• I veri viaggiatori sono anime libere che hanno la bellezza nell'anima ed amano le diversità. Partono leggeri come nuvole perché non hanno bisogno di bagagli. Tornano solo quando il loro cuore è pieno di emozioni.

Tra cavalli e fuoristrada: la mia esperienza negli Emirati Arabi

Sono da poco tornato da questo strano paese, gli Emirati Arabi Uniti; un’esperienza unica ed indimenticabile.

DSC_2968 copy

A commissionarmi il lavoro è stato Sport Endurance EVO, un magazine internazionale con sede a L’Aquila che si occupa di equitazione e in particolar modo della disciplina dell’endurance.

La rivista citata, apprezzatissima da tutto il mondo e soprattutto dai paesi del Medioriente, vanta vari sponsor con a capo Sheikh Mansoor Bin Zayed Al Nahyan, ai più conosciuto come il Presidente del Manchester United.

La pratica dell’endurance, sicuramente la più dura per cavalli e cavalieri, è paragonabile alla maratona per l’uomo; in questo caso gli attori principali, degli splendidi quadrupedi puro sangue arabi, percorrono 160 km. in poco più di 6 ore e sul deserto!!

DSC_2917

Ho avuto il privilegio di “coprire” uno degli eventi più importanti e blasonati nel mondo dell’endurance, la “President of UAE endurance Cup”, organizzata in onore del Presidente degli Emirati Arabi.

Una gara che mette a dura prova tutti, cavalli, cavalieri e fuoristrada al seguito. 160 km tra le dune del deserto sotto un sole che rende ogni movimento davvero pesante.DSC_3747 copyDSC_3896 copy

La gara si svolge così: il sole stava per sorgere sul deserto di Al Wathba, i cammelli stavano rapidamente rientrando nei loro ricoveri dopo l’allenamento notturno, dunque l’atmosfera si faceva tesa ed elettrizzante.

Alle 7:00 del mattino, circa 200 cavalli partono tutti insieme per affrontare la lunga gara; insieme ad essi oltre 300 super fuoristrada rigorosamente a benzina, (qui non esiste problema di costi del carburante e di accise, un pieno costa 11/12 €!!)

DSC_3093

DSC_8351 copy

I 160 km si completano con 6 giri di circa 20-40 km l’uno. Dopo ogni giro il cavallo deve passare attraverso un controllo veterinario molto accurato per accertare le sue condizioni fisiche e garantire la sua incolumità.

Vengono misurati da veterinari provenienti da tutto il mondo, vari parametri tra i quali il battito cardiaco, che deve rimanere sotto i 64 al minuto, il riempimento capillare premendo sulla gengiva del cavallo, la piega cutanea che da il livello di idratazione del corpo, l’andatura del cavallo al trotto per evidenziare eventuali zoppie, dunque la squalifica ecc.

 

Insomma, dopo un maniacale controllo, il cavallo è pronto per ripartire per un altro giro o costretto a fermarsi. Di 200 cavalli partiti circa il 60% viene fermato anzitempo e questo fa capire bene quanto sia dura una prova del genere.

Durante i 160 km il cavaliere bagna quasi in continuazione il cavallo con dell’acqua per evitare che si riscaldi e collassi. L’acqua è rigorosamente minerale!!

DSC_3641 copy DSC_3575 copy

Ogni cavallo ha diritto a due macchine di assistenza che lo possono seguire lungo tutto il tragitto, ma questa diciamo è una regola spesso trascurata da quasi tutte le squadre. Il risultato è che accanto al percorso della gara dei cavalli si forma una gara nella gara, quella tra fuoristrada che hanno cilindrate che variano dai 3.000 ai 5.800 c.c. BENZINA!!

Devo dire che, dopo un paio di incidenti vissuti in prima persona con il nostro super SUV, varie corse a piedi evitando questi bolidi tra le dune, tanta sabbia nei miei obiettivi, ho portato a casa il risultato auspicato, tante belle fotografie ed un ricordo davvero piacevole della trasferta.

L’endurance ho capito che oltre ad essere uno sport è uno stile di vita, un modo di affrontare la vita con tenacia e, RESISTENZA…

DSC_4179copy

DSC_2974 copy

1 Comment

  1. maratsinou maria
    26 March 2015 - Reply

    Άψογη αποτύπωση της ανταγωνιστικότητας και της υπέρβασης που επικρατεί στους αγώνες. Ολοκληρωμένο “πιάσιμο” της στιγμής. Έδωσες όλη την εικόνα του χώρου και των συνθηκών. Μου άρεσε πολύ η δουλειά σου . Bravo..!!

Drop a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *